Le Figlie di Maria Ausiliatrice e l’Ente CIOFS

La nostra Associazione ha profonde radici nel carisma e nella missione salesiana; nasce dalle scelte dei due fondatori, Don Bosco e Madre Mazzarello, di occuparsi dei giovani del popolo.

L’ultimo decennio dell’800 si andavano ampiamente sviluppando, specialmente in Piemonte e in Lombardia, nuove industrie. Sorgono quindi vari “Convitti operai”, ove le giovani vengono accolte nelle ore in cui non erano occupate in fabbrica. In molti convitti le Figlie di Maria Ausiliatrice (FMA) sono chiamate anche all’assistenza diretta delle operaie sul lavoro nella fabbrica.

Le leggi, che vietano l’assunzione al lavoro dei ragazzi prima dei 14 anni, pongono lo Stato di fronte al problema di assicurare una prima formazione professionale dopo la Scuola primaria: sorgono così le “Scuole artigiane”, che, negli anni Trenta, si trasformano in “Scuole di Avviamento Professionale”. Nell’immediato dopoguerra compaiono le Scuole aziendali”.

Le aziende, per le nuove leggi sull’apprendistato, avvertono l’utilità di preparare le nuove leve fuori dal ciclo di produzione. Le FMA accettano l’offerta di assumere la direzione e l’insegnamento delle scuole là dove gli imprenditori, fiduciosi nel carisma di don Bosco, sentono l’esigenza di integrare la preparazione tecnica con la formazione morale, sociale religiosa.

Nel 1963 nasce l’Istituto Professionale Madre Mazzarello a Cinisello Balsamo, riconosciuto legalmente dallo Stato, che a quel tempo non aveva ancora strutture per rispondere al fabbisogno formativo di tipo professionale.

Illuminato e spinto dalla forza del proprio carisma, l’Istituto delle FMA dà vita nel 1967 ad una formula nuova di presenza: l’Ente CIOFS, il cui campo di avvio è la Formazione professionale (la personalità giuridica dell’Ente CIOFS è stata riconosciuta con DPR n. 1105 del 20 ottobre 1967).

Nel 1978 l’Ente promuove la Formazione Professionale in forma associata, fondando il CIOFS-FP, ed in seguito il CIOFS darà vita ad altre Associazioni dell’orientamento, della scuola, del tempo libero, del volontariato.

Una storia lunga un secolo e mezzo che ha dinamicamente innescato la creazione di opere e metodi, in ottica di cambiamento e flessibilità a partire dalla lettura dei bisogni dei giovani e delle richieste delle Istituzioni.

L’Associazione CIOFS-FP Lombardia

L’Associazione CIOFS-FP Lombardia nasce l’8 novembre 1977 grazie allo sforzo di convergenza promosso da sr Iside Malgrati e da altri 8 soci fondatori che hanno saputo coordinare l’attività formativa che già da tempo si svolgeva presso le sedi locali.

Agli inizi degli anni ’80 Regione Lombardia conclude il processo già da tempo avviato di riconoscimento delle Sedi. Nel direttivo del 28 febbraio 1981 la presidente sr Iside dà comunicazione ufficiale ai Consiglieri riuniti che i Centri riconosciuti sono: Cinisello Balsamo con sede staccata di Cesano Maderno, Milano con sede staccata di Melzo, Castellanza con sedi staccate di Clivio e di Varese, Pavia, Tirano.

L’attività formativa è fervente in tutti i Centri, anche se non mancano preoccupazioni e incertezze. Si vorrebbe rispondere alle esigenze di giovani ed imprese, e nello stesso tempo far fronte ai tagli di finanziamenti e all’alternarsi delle disposizioni legislative più o meno favorevoli.

Si aprono alcune sedi nuove, altre si chiudono nel breve periodo, con quella flessibilità che sempre ha caratterizzato l’Associazione e che l’ha portata nel tempo a continuare a lavorare con sincero desiderio di competitività per dare alle giovani quella professionalità che oggi è un’esigenza inderogabile sia nei confronti del lavoro che le attende sia perché il CIOFS possa sempre presentarsi come punto di riferimento per serietà di impegno e di formazione integrale.

I destinatari, raggiunti nel tempo, in media oscillano dai 950 alle 1100 unità all’anno nel periodo di massima espansione ad utenza totalmente femminile, per poi posizionarsi su una media di 900-950 negli anni successivi e sui 1300 attuali con una utenza mista.

Questo numero oggi è da integrare con quello dei destinatari che annualmente frequentano percorsi di breve durata afferenti ai servizi di orientamento, di inserimento lavorativo, di formazione esterna per apprendisti, di formazione continua, presso i Centri di Castellanza (VA), Cesano Maderno (MB), Cinisello Balsamo (MI), Milano, Pavia e Varese.

Ogni CFP sollecita sul proprio territorio reti interattive di imprese e Istituzioni per la realizzazione degli stage, la predisposizione di processi di accompagnamento al lavoro, le proposte per la stipulazione di contratti lavorativi.