I regolamenti

Le regole sono delle risorse di creatività, di socialità, di organizzazione della propria vita, del proprio futuro.

Rispettare le regole significa rispettare i diritti degli altri, così come noi esigiamo il rispetto dei nostri diritti.

La nostra Associazione ha voluto così definire con chiarezza i valori di orientamento che danno senso al nostro agire e al nostro relazionarci con allievi e famiglie e tutti i nostri stakeholder.

Di seguito è possibile prendere visione dei Regolamenti in vigore presso le nostre Sedi, per la buona riuscita dell’attività formativa proposta:

Il contratto formativo

Il Contratto Formativo, elaborato in coerenza con gli obiettivi che caratterizzano l’offerta formativa, è la dichiarazione esplicita, sottoscritta e partecipata, dell’operato di chi eroga formazione.

Vincola i contraenti ad un impegno di corresponsabilità e viene stipulato:

  • dall’allievo: che ha diritto ad interventi pedagogici e didattici mirati e funzionali; ma, al tempo stesso, ha il dovere di impegnarsi al meglio delle sue possibilità per migliorare se stesso e per apportare il proprio contributo propositivo per il bene della società. Ciò può avvenire soltanto con la partecipazione consapevole, l’impegno, la volontà, la motivazione e l’interesse.
  • dai genitori: è fondamentale che in ogni momento tra Centro e famiglia vi siano scambi informativi e coinvolgimento fattivo per il bene dei propri figli
  • dal responsabile della Sede a nome di tutta l’équipe operativa. Al direttore e ai formatori spetta il compito di svolgere la loro professione in modo pedagogicamente, professionalmente e culturalmente funzionale ai bisogni e alle caratteristiche dei loro alunni e nel rispetto della personalità di ciascuno.